Blog

1 maggio a Santa Maria di Cerrate

Di ritorno da Corigliano d'Otranto ne approfittiamo per una sosta all'Abbazia di Santa Maria di Cerrate, un luogo splendido splendidamente gestito dal FAI. Facciamo la visita con una guida bravissima, Noemi, dipendente del FAI molto competente. La chiesa è un gioiello dell'architettura, della scultura e della pittura medievale. I restauri di Minissi hanno portato allo strappo degli affreschi del XIV secolo (esposti nella 'casa del massaro'). Ricollocato l'altare della madonna a sui tempo smontato e portato via (il quadro è una riproduzione recente dell'originale trafugato anni fa). Interessantissimi anche i luoghi del lavoro, con i torchi e le presse olearia, la macina granaria. Ho molto apprezzato anche i prodotti multimediali sui touchscreen, che consentono di conoscere le trasformazioni della chiesa con una linea del tempo e anche di 'giocare' a ricostruire gli affreschi frammentari: molto semplici, chiari e capaci di stimolare la curiosità di piccoli e meno piccoli. Belli gli spazi per il relax, la lettura, la consumazione di qualcosa da mangiare o bere. Perfetto anche il bookshop con molti prodotti dell'artigianato locale e curatissimi anche gli spazi esterni. Un piccolo grande gioiello per il cui recupero, studio, restauro e ora gestione bisogna essere grati alle istituzioni che se ne sono occupati (Soprintendenza, Università del Salento, Provincia di Lecce e Regione Puglia, UE), ai tanti sponsor e mecenati, e soprattutto al FAI.
<< Indietro

Ultimi post

Parasite-paradise

Ho visto il film Parasite, di recente vincitore a Cannes. Un film molto originale, per certi versi spiazzante, divertente e paradossale ma anche drammatico e...

Archeologia, riportiamo a casa il tesoro di Lucera: il crowdfunding per restituire alla comunità tre antiche teste

Tra il 1934 e il 1935, Renato Bartoccini, allora soprintendente alle Antichità della Puglia, condusse scavi nell'area della villa comunale di Lucera,...

«Per Palazzo d’Avalos il ministero pensa a un intervento concreto»

Parla l’archeologo Giuliano Volpe, ex presidente del Consiglio superiore dei Beni culturali fino allo scorso anno di Federico...

Giusto che l'Uomo Vitruviano vada a Parigi, ma non può essere il Tar a decidere

Il TAR del Veneto ha respinto il ricorso con il quale Italia Nostra chiedeva di bloccare il prestito al Louvre dell’Uomo Vitruviano di Leonardo...