Blog

L'immensità

Appena visto il film di Emanuele Crialese L’immensità. Confesso che temevo il “solito film italiano” e invece lo trovo un bel film, delicato e intenso, capace di affrontare senza retorica e senza gli insopportabili luoghi comuni del politicamente corretto un tema importante, con la figura di Adriana/Andrea un ragazzo adolescente nel corpo di una ragazza, in una famiglia alto borghese degli anni Settanta, e il rapporto mamma figli. Bravissima Penelope Cruz, nella parte di Clara moglie infelice e nadre di tre ragazzi con i quali ha un rapporto speciale fondato sul gioco e sulla fantasia, una spanna sopra gli altri attori, bravi i ragazzi, perfetta l’ambientazione anni Settanta, abiti, arredi, auto, contesto sociale borghese, meravigliosa la colonna sonora con alcuni brani celebri e splendide interpretazioni di Clara nelle vesti di Raffaella Carrá e Patty Oravo e di Adri in quelle di Adriano Celentano e Jonny Dorelli, che producono non poche emozioni negli spettatori (certamente in me!). Bello, da vedere. #mostradelcinemadivenezia #limmensità #emanuelecrialese
<< Indietro

Ultimi post

Love life

Ultimo film della giornata e ultimo anche dell’edizione 2022 della mostra del cinema di Venezia per quel che ci riguarda è un film giapponese, Love life,che...

Ti mangio il cuore

Appena finita la visione di “Ti mangio il cuore” di Pippo Mezzapesa (di cui ho amato Il bene mio), in una sala gremita, alla presenza del regista e degli...

Scarpe rosse

Non è stata una buona idea vedere un film lentissimo, con pochi dialoghi e pochissimo movimento alle 14:30! Si tratta di ZAPATOS ROJOS di Carlos Eichelmann...

L'immensità

Appena visto il film di Emanuele Crialese L’immensità. Confesso che temevo il “solito film italiano” e invece lo trovo un bel film, delicato e intenso,...