Blog

La gestione dal basso del patrimonio culturale a Napoli

Il giorno 18 dicembre 2018 alle ore 10.00 si terrà a Napoli, presso la Fondazione Ezio de Felice, la presentazione del censimento degli innovatori sociali per il patrimonio culturale.

Il progetto “NapoliAttiva” nasce con l’intento di realizzare una mappatura e un analisi degli innovatori culturali che hanno nel tempo riqualificato e riportato in vita tesori del patrimonio culturale, come siti archeologici, edifici storici e chiese che avversavano in stato d’ abbandono. L’indagine effettuata attraverso interviste e sopralluoghi ha avuto ad oggetto 40 realtà. 
Il lavoro è stato supervisionato dal Prof. Stefano Consiglio, docente di organizzazione aziendale, e dal Prof. Francesco Bifulco, docente di economia e gestione delle imprese, che insegnano presso l’Università Federico II di Napoli. Hanno collaborato alla realizzazione dell'indagine gli studenti del corso di laurea magistrale Management del patrimonio culturale.

Parteciperanno all’evento il Dott. Marco d’Isanto, dottore commercialista ed esperto di impresa ed istituzioni culturali; Padre Antonio Loffredo, parroco della basilica di S. Maria della Sanità; Agostino Riitano, project manager supervisor Area cultura Matera 2019; Carlo Borgomeo, presidente Fondazione con il Sud; Giuliano Volpe, prof. Ordinario di archeologia, Ilaria Vitellio, urban planner.

<< Indietro

Ultimi post

Parasite-paradise

Ho visto il film Parasite, di recente vincitore a Cannes. Un film molto originale, per certi versi spiazzante, divertente e paradossale ma anche drammatico e...

Archeologia, riportiamo a casa il tesoro di Lucera: il crowdfunding per restituire alla comunità tre antiche teste

Tra il 1934 e il 1935, Renato Bartoccini, allora soprintendente alle Antichità della Puglia, condusse scavi nell'area della villa comunale di Lucera,...

«Per Palazzo d’Avalos il ministero pensa a un intervento concreto»

Parla l’archeologo Giuliano Volpe, ex presidente del Consiglio superiore dei Beni culturali fino allo scorso anno di Federico...

Giusto che l'Uomo Vitruviano vada a Parigi, ma non può essere il Tar a decidere

Il TAR del Veneto ha respinto il ricorso con il quale Italia Nostra chiedeva di bloccare il prestito al Louvre dell’Uomo Vitruviano di Leonardo...