Blog

Pina Belli, una combattente 'rompiscatole'

Oggi al funerale di Pina Belli nella splendida basilica di San Nicola a lei tanto cara con tanta gente, tanti amici, tanti colleghi, ho avuto il privilegio di offrire una piccola testimonianza di affetto e di stima, insieme ad altri, don Damiano Fonseca, il sindaco Antonio Decaro, i colleghi e amici Raffaella Cassano, Fabrizio Vona, Maurizio Triggiani, Luisa Derosa, la figlia Anna D’Elia. Tante sarebbero state le cose da dire nei pochi minuti a disposizione. Ho voluto ricordare il suo impegno di docente universitaria, la sua costruzione di strutture di ricerca e formazione, la sua generosità con gli studenti, soprattutto la sua lezione etica nel non chiudersi in asfissianti recinti disciplinari, nel rapporto con i pubblici, nella sua chiarezza e nel suo impegno nella comunicazione e divulgazione del patrimonio, nel rapporto tra studio del passato e impegno nel presente. Tra le tante altre cose che avrei voluto dire e che non ho potuto dire c’è che era combattiva, militante, attiva: era una rompiscatole! E questa era una delle cose che più mi piaceva di lei; è una caratteristica tipica di chi vuole fare e di chi sa fare e per questo ha dato fastidio ad alcuni mediocri tanto da esserne stata spesso osteggiata.
<< Indietro

Ultimi post

A proposito del MArTa

Non so se il ministro e vicepremier Luigi Di Maio abbia mai avuto l’occasione di visitare il MARTA, il Museo Archeologico di Taranto, e se la sua...

Le ceneri di Faragola

Un anno fa, nella notte tra il 6 e il 7 settembre, un drammatico incendio ha colpito l’area archeologica di Faragola, nelle campagne di Ascoli...

Don Chisciotte

L'estate è senza dubbio un momento particolarmente vocato alla lettura (che si coltiva tutto l'anno, ma che nei mesi estivi rappresenta un piacere...

Musei sempre gratis per tutti?

Allora la proposta ora è: musei gratis sempre per tutti. Perché no? Strano però che per cominciare a raggiungere questo obiettivo...