Blog

Scarpe rosse

Non è stata una buona idea vedere un film lentissimo, con pochi dialoghi e pochissimo movimento alle 14:30! Si tratta di ZAPATOS ROJOS di Carlos Eichelmann Kaiser, una produzione messicana italiana. Storia tristissima di un padre, un contadino di una zona interna del Messico, che a stento sopravvive con i magri raccolti, che ha la notizia della morte di sua figlia, assassinata, a Città del Messico. Il lungo viaggio e il rapporto problematico con una città violenta e con la burocrazia viene addolcito dall’incontro di una ragazza, una prostituta, che lo aiuta nella ricerca, riconoscendo nel vecchio contadino suo padre morto a causa sua. Due vicende tristissime che si incontrano. Per fortuna le poltrone non erano comodissime e ho potuto vedere tutto il film è anche apprezzarne alcune indubbie qualità #mostradelcinemadivenezia #zapatosrojos
<< Indietro

Ultimi post

La stranezza

Visto “La stranezza” di Roberto Andò: film assolutamente delizioso, molto curato in tutti i dettagli, con un’ambientazione perfetta, una meravigliosa...

Colibrì

Visto Il colibrì della Archibugi: confesso che non mi ha affatto convinto. Non ho letto il libro di Veronesi e dubito che a questo punto lo leggerò, ma il...

A tavola con la cultura

“Con la cultura non si mangia”. Si è parecchio abusato di quest’espressione (che un po’ riecheggia l’oraziano Carmina non dant panem), attribuita...

Viaggio a Siponto

Per un giorno, sabato 8 ottobre, l’area archeologica di Siponto si è riempita di vita. La ricostruzione di una serie di attività tipiche di una città...