Blog

Un patrimonio italiano a Pisa e la lettera di una studentessa

Bella presentazione di 'Un patrimonio italiano' a Pisa nella splendida Gipsoteca dell'Università, con molti studenti e colleghi. Un bel dibattito. E poi, a fine presentazione ricevo questa email da una studentessa, una di quelle lettere che fa piacere ricevere perché danno più senso al nostro impegno. La pubblico (anonima) con il consenso dell'autrice:
"Gentile professore,

Mi chiamo Irene e sono una studentessa dell'Università di Pisa, nello specifico della facoltà di Lettere, curriculum antico. Oggi ho seguito la sua conferenza e sentivo il bisogno di ringraziarla sia per la sua presenza sia per l'entusiasmo che le sue parole mi hanno trasmesso. Vedere la fiducia in noi ragazzi, vedere quanto i giovani si impegnino ogni giorno, vedere come gli insegnanti lavorino con passione per salvare e far conoscere la bellezza è stato più che stimolante e ha dato nuova linfa all'amore già incondizionato che provo per ogni forma di arte ed in generale di cultura.
Sperando di non essere sembrata banale o retorica e ringraziandola, distinti saluti."


<< Indietro

Ultimi post

Buon lavoro ai nuovi funzionari MiBACT

In questi giorni prendono servizio nel MiBACT 129 archeologi. Un numero significativo, destinato a crescere ulteriormente. Insieme a 63 storici dell'arte. A...

'Ballando nel buio'

Finito di leggere 'Ballando nel buio' di Roberto Costantini, l'ultimo di una straordinaria quadrilogia noir con Michele Balisteri. Trama complessa, ancora una...

Ancora sui Bronzi

Leggo che dopo ben tre anni si torna a polemizzare sulla vicenda del mancato trasferimento dei Bronzi di Riace all'Expo di Milano e si dà...

Premio Sisifo al Progetto Faragola

Pubblico il testo integrale del mio intervento (che ho però dovuto ampiamente sintetizzare) in occasione della cerimonia di assegnazione del Premio...