Blog

Un patrimonio italiano a Pisa e la lettera di una studentessa

Bella presentazione di 'Un patrimonio italiano' a Pisa nella splendida Gipsoteca dell'Università, con molti studenti e colleghi. Un bel dibattito. E poi, a fine presentazione ricevo questa email da una studentessa, una di quelle lettere che fa piacere ricevere perché danno più senso al nostro impegno. La pubblico (anonima) con il consenso dell'autrice:
"Gentile professore,

Mi chiamo Irene e sono una studentessa dell'Università di Pisa, nello specifico della facoltà di Lettere, curriculum antico. Oggi ho seguito la sua conferenza e sentivo il bisogno di ringraziarla sia per la sua presenza sia per l'entusiasmo che le sue parole mi hanno trasmesso. Vedere la fiducia in noi ragazzi, vedere quanto i giovani si impegnino ogni giorno, vedere come gli insegnanti lavorino con passione per salvare e far conoscere la bellezza è stato più che stimolante e ha dato nuova linfa all'amore già incondizionato che provo per ogni forma di arte ed in generale di cultura.
Sperando di non essere sembrata banale o retorica e ringraziandola, distinti saluti."


<< Indietro

Ultimi post

Il prossimo ministro dell’Università risolva il problema dei ricercatori universitari a tempo indeterminato

La legge di riforma dell'università del 2010, la cd. legge Gelmini, tra le varie novità introdotte, alcune anche positive, molte assai negative,...

Di Maio non smantelli le riforme del patrimonio culturale di Franceschini

Recentemente Luigi Di Maio ha tessuto le lodi del ministro Dario Franceschini per il lavoro svolto in questi ultimi anni nella riforma radicale del...

Un archeologo alle prese con l'Art Nouveau

Che ci fa un archeologo con l’Art Nouveau? È quello che viene da chiedersi trovandosi tra le mani il voluminoso, bellissimo, elegante libro di Paul...

Comunicazione ai Soci della SAMI

Carissimi soci, anche a nome del Consiglio Direttivo, voglio comunicarVi la decisione da noi assunta di presentare le dimissioni. Tale scelta è stata...