Blog

Un patrimonio italiano a Salerno

Pur in precarie condizioni, debilitato e dolorante, a causa di una brutta infezione alimentare (un pugliese non dovrebbe mai mangiare pesce crudo se non in Puglia, in ristoranti assolutamente sicuri!) stamane ho tenuto la presentazione del mio libro nel bel Museo Archeologico Provinciale di Salerno, gestito dalle Fonderie Culturali, con Giuseppe Ariano, Alfonso Andria, Gabriel Zuchtriegel, Gaetano Lofrano. Tanta gente e tanto interesse. Miracolosamente, non so come, ritrovo un po' di forze e tengo la relazione con un ppt. Belle e interessanti le altre relazioni, che parlano di Paestum, della esperienza di Arte Pollino e di quella del Museo di Salerno e delle fiderei culturali, un altro esperimento di efficace gestione dal basso del patrimonio. Ho conosciuto tanti ragazzi in gamba, molto impegnati, e anche varie altre persone meno giovani ma non meno impegnate. Una bella mattinata, e nonostante il mio stato non buono spero di essere riuscito a comunicare i contenuti del libro.
<< Indietro

Ultimi post

Il prossimo ministro dell’Università risolva il problema dei ricercatori universitari a tempo indeterminato

La legge di riforma dell'università del 2010, la cd. legge Gelmini, tra le varie novità introdotte, alcune anche positive, molte assai negative,...

Di Maio non smantelli le riforme del patrimonio culturale di Franceschini

Recentemente Luigi Di Maio ha tessuto le lodi del ministro Dario Franceschini per il lavoro svolto in questi ultimi anni nella riforma radicale del...

Un archeologo alle prese con l'Art Nouveau

Che ci fa un archeologo con l’Art Nouveau? È quello che viene da chiedersi trovandosi tra le mani il voluminoso, bellissimo, elegante libro di Paul...

Comunicazione ai Soci della SAMI

Carissimi soci, anche a nome del Consiglio Direttivo, voglio comunicarVi la decisione da noi assunta di presentare le dimissioni. Tale scelta è stata...