Blog

Un patrimonio italiano a Salerno

Pur in precarie condizioni, debilitato e dolorante, a causa di una brutta infezione alimentare (un pugliese non dovrebbe mai mangiare pesce crudo se non in Puglia, in ristoranti assolutamente sicuri!) stamane ho tenuto la presentazione del mio libro nel bel Museo Archeologico Provinciale di Salerno, gestito dalle Fonderie Culturali, con Giuseppe Ariano, Alfonso Andria, Gabriel Zuchtriegel, Gaetano Lofrano. Tanta gente e tanto interesse. Miracolosamente, non so come, ritrovo un po' di forze e tengo la relazione con un ppt. Belle e interessanti le altre relazioni, che parlano di Paestum, della esperienza di Arte Pollino e di quella del Museo di Salerno e delle fiderei culturali, un altro esperimento di efficace gestione dal basso del patrimonio. Ho conosciuto tanti ragazzi in gamba, molto impegnati, e anche varie altre persone meno giovani ma non meno impegnate. Una bella mattinata, e nonostante il mio stato non buono spero di essere riuscito a comunicare i contenuti del libro.
<< Indietro

Ultimi post

Mario Pani e la storia del territorio

Sull’impegno nella ricerca scientifica, nella didattica e nell’organizzazione culturale di Mario Pani è stato già scritto molto da...

Il dolore degli archeologi per la scomparsa di Peppino Roma

L’improvvisa scomparsa di Giuseppe Roma (Peppino per tutti gli amici e colleghi) lascia un segno profondo nella comunità degli archeologi, per i...

Relazione del Presidente prof. Giuliano Volpe in occasione dell’ultima seduta del Consiglio superiore ‘Beni culturali e paesaggistici’, triennio 2015-2018 (11 giugno 2018)

È con una certa emozione che cerco di tracciare, sia pur sinteticamente, un bilancio del lavoro svolto dal Consiglio superiore ‘Beni culturali e...

Quando un liquore racconta la storia

Il terzo giorno a Chengdu prevede la visita ad un museo per certi aspetti insolito, Shuijinfang Museum: un museo dedicato ad una antica fabbrica di grappa,...