Blog

'Ballando nel buio'

Finito di leggere 'Ballando nel buio' di Roberto Costantini, l'ultimo di una straordinaria quadrilogia noir con Michele Balisteri. Trama complessa, ancora una volta giocata su un doppio binario cronologico, questa volta tra il 1974 degli anni di piombo e delle stragi fasciste e il 1986, con il personaggio prima attivista di Ordine Nuovo, poi commissario. Camerati picchiatori, implicati nelle stragi, in affari loschi, trasformismi verso MSI e poi DC, un politico democristiano potente (molto simile ad un Andreotti), servizi segreti deviati, SID e CIA, e amori difficili, tragici. Un personaggio complesso, per certi aspetti insopportabile, ma molto ben riuscito. Una trama intricata, complessa, ma ricca di tensione e senza sfilacciamenti. Un bel libro. Ancora una volta Costantini, che nella vita fa un mestiere da dirigente universitario, si conferma un narratore d'eccezione.
<< Indietro

Ultimi post

Formazione e tutela del patrimonio culturale, un filo spezzato da riannodare

Un anno fa (era il 12 luglio 2017), in una riunione congiunta del Consiglio superiore beni culturali e paesaggistici" del Mibact (allora c'era anche la T di...

Assumere per i beni culturali è necessario, ma come?

Nell’audizione alle Commissioni Parlamentari di Camera e Senato del neoministro ai beni e alle attività culturali (e da qualche giorno non...

Pina Belli, una combattente 'rompiscatole'

Oggi al funerale di Pina Belli nella splendida basilica di San Nicola a lei tanto cara con tanta gente, tanti amici, tanti colleghi, ho avuto il privilegio di...

Pina e l'arte medievale pugliese

Con Pina Belli D'Elia scompare un gigante della nostra terra.
Pugliese adottiva ma dalla cittadinanza esemplare, storica dell'arte, insegnante e maestra,...