Blog

brevi note cinesi

Brevi e semplici note (non relative all'archeologia o al patrimonio culturale), sparse e prive di ordine gerarchico, di rientro dalla Cina:
a) il decoro delle città, dei luoghi pubblici, è assoluto; pulizia maniacale, non una cicca, una carta, addirittura una foglia; manutenzione continua da parte di spazzini, giardinieri, operai
b) grande cura dei parchi, che sono veri luoghi di socializzazione: meraviglioso vedere tante persone, in gruppi più o meno numerosi, tra cui tanti anziani, ballare a suon di musica facendo ginnastica;
c) non si usa più il denaro, tutto viene pagato con wechat (il corrispettivo del nostro wapp ma insieme a Facebook e Instagram; si paga semplicemente usando il QR code, anche piccole somme e anche nei posti più modesti (nelle bettole più povere ad esempio), sui taxi, dappertutto; controllo totale delle spese, niente nero, tasse assicurate;
d) i cinesi vivono in totale simbiosi con il cellulare, lo guardano e lo usano continuamente, per fare qualsiasi cosa: questo fa impressione e ci fa preannuncia cosa sta succedendo da noi (ma per i punti a-c ci sarà da attendere anni e anni, forse);
e) meraviglioso vedere quanti bambini e ragazzi visitano i musei; con le classi ma anche da soli o in gruppi di amici; nulla del genere da noi;
f) il parco auto fa impressione: auto modernissime, nuovissime, molte di lusso; tantissime WW e auto tedesche, un po' di francesi, parecchie giapponesi e coreane, quasi inesistenti le italiane;
g) i motorini sono tutti elettrici; a migliaia; in pochi anni la situazione è cambiata profondamente a dimostrazione che in Cina quando si decide una strategia (in questo caso l’eliminazione dei rumorosi puzzolenti e inquinanti motorini) di fa sul serio; 
h) si mangia di continuo, dappertutto, con quantità di cibo impressionanti; tra le certezze incrollabili c'è che alle 12, cascasse il mondo, si mangia seduti a tavola, e poi si cena più o meno alle 18/18:30; cucina meravigliosa, varia (nel Sichuan molto piccante), con ingredienti di ogni tipo, carne, pesce, verdure e vegetali, sana; mediamente i cinesi sono magri, anche se si cominciano a vedere persone e anche ragazzi grassi per via del cibo occidentale, ma nulla in confronto a noi; l'acqua calda a tavola non manca mai, o il te (che si beve di continuo), rari gli alcolici, anche se la grappa di riso è meravigliosa e a volte (in occasioni speciali) si pasteggia con la grappa (un piacere assoluto, ma certo non è facile reggere i loro livelli).

<< Indietro

Ultimi post

Parasite-paradise

Ho visto il film Parasite, di recente vincitore a Cannes. Un film molto originale, per certi versi spiazzante, divertente e paradossale ma anche drammatico e...

Archeologia, riportiamo a casa il tesoro di Lucera: il crowdfunding per restituire alla comunità tre antiche teste

Tra il 1934 e il 1935, Renato Bartoccini, allora soprintendente alle Antichità della Puglia, condusse scavi nell'area della villa comunale di Lucera,...

«Per Palazzo d’Avalos il ministero pensa a un intervento concreto»

Parla l’archeologo Giuliano Volpe, ex presidente del Consiglio superiore dei Beni culturali fino allo scorso anno di Federico...

Giusto che l'Uomo Vitruviano vada a Parigi, ma non può essere il Tar a decidere

Il TAR del Veneto ha respinto il ricorso con il quale Italia Nostra chiedeva di bloccare il prestito al Louvre dell’Uomo Vitruviano di Leonardo...