Chi sono

Sono nato a Terlizzi il 17 agosto 1958, quarto di cinque figli, da genitori che gestivano un piccolo negozio di generi alimentari. Ho studiato al liceo classico del mio paese e poi all’Università di Bari, dove mi sono laureato in archeologia, conciliando gli studi con l’impegno politico e con piccoli lavori, per poter essere autonomo. Ho successivamente conseguito il titolo di dottore di ricerca in Archeologia all’Università di Napoli Federico II e poi il titolo di dottore di ricerca in storia alla Scuola Superiore di Studi Storici della Repubblica di San Marino e trascorso un periodo di perfezionamento all’Università di Aix-en-Provence.
Dopo vari anni di precariato, anche come archeologo libero professionista, sono diventato ricercatore a 34 anni e poi, a 40 anni, professore associato nell’Università di Bari. Dal 2000 mi sono trasferito alla neonata Università di Foggia, dove sono diventato professore ordinario a 44 anni. Sono stato Presidente del Corso di laurea in Beni Culturali dal 2001 al 2005, Direttore del Dipartimento di Scienze Umane dal 2005 al 2008 e dal 2008 al 2013 sono stato Rettore dell’Università di Foggia.
Ho condotto numerose ricerche archeologiche e scavi terrestri e subacquei in Italia e all’estero, pubblicato circa 500 contributi scientifici e dirigo alcune riviste e collane di storia e archeologia. I miei interessi di ricerca si sono concentrati in particolare sulla Daunia, dove mi occupo da trent’anni di cultura materiale, di paesaggi agrari, di ville romane e altri insediamenti rurali, di chiese e cristianizzazione delle città e delle campagne, con scavi a Canosa, Mattinata, Vieste, Lucera, Herdonia, Ascoli Satriano, ecc.
Sono stato direttore editoriale di una casa editrice pugliese specializzata in archeologia, letterature e storia, apprezzata a livello internazionale, che continuo a seguire come consulente; ho fondato due cooperative di archeologia a Roma e a Bari e ho promosso una società archeologica di spin off universitario a Foggia, sono stato Presidente del DARe-Distretto tecnologico agroalimentare, nella Conferenza dei Rettori delle Università italiane ho coordinato la Commissione Biblioteche. Sono attualmente Presidente della Fondazione Apulia Felix onlus, Presidente della Società degli Archeologi Medievisti Italiani e Presidente della Consultà Universitaria per le Archeologie Postclassiche. Sono stato prima componente, dal luglio 2012, e poi, tra aprile e luglio del 2014, e dal 15 giugno 2015 al 15 giugno 2018 sono stato Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici del MiBACT

Per ulteriori informazioni: http://it.wikipedia.org/wiki/Giuliano_Volpe ;  www.giulianovolpe.it 


Trasparenza
Ho sempre fatto della trasparenza una scelta di vita, praticata quotidianamente anche durante la funzione di Rettore; sul sito web dell’Università di Foggia, pur non essendo richiesto dalla legge sulla trasparenza (che prevede di indicare solo l’importo dell’indennità di carica), ho sempre voluto pubblicare la mia dichiarazione dei redditi.
Lo faccio quindi, a maggior ragione in questo spazio. Mi impegno, anche per il futuro, a continuare a pubblicare la mia situazione reddituale e patrimoniale. Attualmente il mio reddito è costituito dal mio stipendio di professore ordinario, oltre a poche ulteriori entrate per collaborazioni, conferenze, diritti d’autore. Per la carica di Presidente del Consiglio Superiore BCP del MiBACT, che è onorifica, non ricevo alcun compenso, ma solo un rimborso delle spese di viaggio in occasione delle riunioni mensili; Non ho ricevuto e non ricevo nessun compenso né rimborso spese per le presidenze di alcune commisioni di studio per conto del MiBACT e per la partecipazione al comitato scientifico della Soprintendenza di Roma. Anche la mia carica di Presidente della Fondazione Apulia felix è del tutto gratuita e volontaria. 
La mia situazione patrimoniale è limitata all’unica casa di proprietà, nella quale risiedo nel centro storico di Foggia con la mia famiglia, acquistata nel 2005 con un mutuo. Abbiamo due automobili, una Alfa 156 del 2003 e una Panda a metano del 2008 (di mia moglie), oltre ad una vecchia moto Honda 500 del 1997 (inutilizzata).


Ultimi post

Mario Pani e la storia del territorio

Sull’impegno nella ricerca scientifica, nella didattica e nell’organizzazione culturale di Mario Pani è stato già scritto molto da...

Il dolore degli archeologi per la scomparsa di Peppino Roma

L’improvvisa scomparsa di Giuseppe Roma (Peppino per tutti gli amici e colleghi) lascia un segno profondo nella comunità degli archeologi, per i...

Relazione del Presidente prof. Giuliano Volpe in occasione dell’ultima seduta del Consiglio superiore ‘Beni culturali e paesaggistici’, triennio 2015-2018 (11 giugno 2018)

È con una certa emozione che cerco di tracciare, sia pur sinteticamente, un bilancio del lavoro svolto dal Consiglio superiore ‘Beni culturali e...

Quando un liquore racconta la storia

Il terzo giorno a Chengdu prevede la visita ad un museo per certi aspetti insolito, Shuijinfang Museum: un museo dedicato ad una antica fabbrica di grappa,...