Blog

Roubaix, Una Luce


Visto un gran bel film francese, “Roubaix, Una Luce” di Arnaud Desplechin. Un poliziesco non fondato sull'azione o sulla violenza, ma ambientato in una città postindustriale, una Roubaix notturna e dimessa, quasi completamente classificata come “zona sensibile”, nei giorni di Natale, popolata da un sottoproletariato di immigrati, sfigati, anziani, giovani disoccupati, spacciatori, con poliziotti molto umani e per nulla violenti che indagano su una serie di casi, risse, piccoli furti, fughe giovanili, uno stupro, uno strano incendio e la morte di una anziana signora. Il commissario, nordafricano lui stesso, solo e triste, intelligente e autorevole, dai tratti molto umani, che prova grande pietas verso l'umanità di cui deve occuparsi, comprese le due ragazze implicate nell'omicidio. Assolutamente consigliato.
<< Indietro

Ultimi post

Spiegate a Zahi Hawass che l’Egizio di Torino non è uno scalcagnato museo di provincia

È proprio sicuro il ministro Sangiuliano di cambiare l'attuale brillante gestione affidandosi all’archeologo egiziano che rappresenta...

Gli indesiderati

Sono tornato finalmente al cinema. In un periodo dell'anno che vede i cinema deserti. Certo non è facile in una sala non climatizzata, ma con il...

Torna l'archeologia a Rai Radio3 con Andrea Augenti

Vite tra le rovine. I grandi protagonisti dell’archeologia Questo nuovo ciclo di trasmissioni dedicato all’archeologia porta in primo...

Mandare via Christian Greco crea un danno al Museo Egizio e a Torino

Sangiuliano ha cominciato a far trapelare il nome di Zahi Hawass alla presidenza della Fondazione. Una maniera indiretta per far fuori Greco, magari costretto a...