Blog

Inaugurata una nuova sezione del MARTA

Oggi si svolta la cerimonia di inaugurazione di una nuova ala del MARTA - Museo Archeologico di Taranto, dedicata all'età romana, che si aggiunge a quella già visitabile dell'età classica ed ellenistica. Si attende ora la sistemazione della sezione della preistoria e dell'età arcaica. Un museo importante, ricchissimo di materiali di grande interesse, con un bell'allestimento (sostanzialmente di tipo tradizionale, senza particolari tecnologie, ma efficace, elegante, con molte informazioni). Mi auguro che contribuisca al rilancio di Taranto a partire dalla cultura, dall'archeologia, dalla storia, per un nuovo futuro della città, che meriterebbe ulteriori interventi e segnali importanti in tal senso. Mi auguro anche che siano in tanti a visitarlo, cittadini tarantini, studenti e tanti turisti. Ora bisognerà far vivere quel bel museo, potenziare le attività di comunicazione e promozione, finora molto scarse, curare la gestione, animarlo con tante iniziative culturali, con laboratori, con attività rivolte ai bambini, agli anziani, etc.Un grazie sentito agli amici e colleghi della Soprintendenza Archeologica per il grande lavoro svolto, con impegno, competenza e passione. 
<< Indietro

Ultimi post

Spiegate a Zahi Hawass che l’Egizio di Torino non è uno scalcagnato museo di provincia

È proprio sicuro il ministro Sangiuliano di cambiare l'attuale brillante gestione affidandosi all’archeologo egiziano che rappresenta...

Gli indesiderati

Sono tornato finalmente al cinema. In un periodo dell'anno che vede i cinema deserti. Certo non è facile in una sala non climatizzata, ma con il...

Torna l'archeologia a Rai Radio3 con Andrea Augenti

Vite tra le rovine. I grandi protagonisti dell’archeologia Questo nuovo ciclo di trasmissioni dedicato all’archeologia porta in primo...

Mandare via Christian Greco crea un danno al Museo Egizio e a Torino

Sangiuliano ha cominciato a far trapelare il nome di Zahi Hawass alla presidenza della Fondazione. Una maniera indiretta per far fuori Greco, magari costretto a...