Blog

Musica Civica, V Rassegna, 2013-14

Tra i nomi l’attore Fabrizio Gifuni, il premio Oscar Luis Bacalov, Michele Mirabella, Corrado Petrocelli, Carlo Bonini, Andrea Goldstein, la famiglia Sala, la pluripremiata pianista Mariangela Vacatello e spettacoli come il Requiem di Mozart, l’omaggio a Domenico Modugno nel ventennale della morte, il concerto della Memoria, “La stravaganza”, l’omaggio ai talenti di Capitanata e tanto altro

Otto appuntamenti a Foggia dal 29 dicembre al 29 marzo e sei appuntamenti a Lucera dal 26 gennaio al 30 marzo. Quattordici incontri in Capitanata, alternati tra Teatro del Fuoco e Teatro Garibaldi, due contenitori culturali di tutto rispetto per ospitare i grandi concerti di Musica Civica. Anche la quinta edizione della fortunata rassegna presenta tante sorprese e ospiti da tutto il mondo: oltre 200 tra musicisti e intellettuali.

L’iniziativa, nata in seno all’ente Provincia di Foggia, che continua a sostenerla, appoggiata dalla Regione Puglia e dal Comune di Lucera, è quest’anno resa possibile grazie al fondamentale apporto di istituzioni e realtà private, in primis la Fondazione Apulia Felix, la Fondazione Banca del Monte di Foggia e Promodaunia.

Sostegno anche da altre realtà imprenditoriali come la Banca Mediolanum, Energia Fortore, Futura S.p.A., il Gruppo Salatto e la ditta Fabbrini.

Nonostante i grandi tagli pubblici, Musica Civica si realizza con la consueta formula del doppio appuntamento a Foggia e a Lucera.

Soddisfazione esprimono coloro che hanno investito su Musica Civica: il commissario straordinario Fabio Costantini, il sindaco di Lucera Pasquale Dotoli, unitamente a Giuliano Volpe, Saverio Russo e Maria Elvira Consiglio.
Il cartellone della V edizione si presenta estremamente variegato in quanto a offerta culturale e musicale: concerti sinfonici si alternano a concerti cameristici, intellettuali da ogni dove condividono la scena con artisti del calibro di Michele Mirabella, Fabrizio Gifuni, Mariangela Vacatello, Luis Bacalov, produzioni come il Requiem di Mozart e il concerto della Memoria si intersecano con l’omaggio a Domenico Modugno e al Song History Tour della Famiglia Sala, per un cartellone di grande respiro che affronta temi di carattere economico e filosofico, riflessioni sul cinema, sulla condizione della donna dall’antichità ad oggi, sulla storia della televisione italiana, vista come grande industria culturale, sulla situazione politica italiana.

 La direzione artistica, affidata a Gianna Fratta, mette in campo forze artistiche da ogni dove: solisti francesi, direttori svizzeri e coreani, musicisti cinesi, intellettuali italiani come Diego Fusaro, Andrea Goldstein, Corrado Petrocelli, Antonella Gaeta, Carlo Bonini e molti artisti del territorio, cui si rende omaggio con lo spettacolo “Talenti di Capitanata per il mondo” che avrà come ospite d’onore Carlo Molfetta, il pugliese medaglia d’oro alle Olimpiadi di Londra 2012 nel taekwondo.

Un cartellone che conserva la cifra stilistica di Musica Civica: quella di saper stupire il pubblico, di sapere affascinare ed emozionare Lucera e Foggia, di sapere portare grandi personalità artistiche e culturali in Capitanata, di riuscire a trattare i grandi temi della contemporaneità con capacità critica e perizia.

Da dicembre a marzo la Capitanata avrà un’occasione importante di riflessione, di crescita umana e civile.

Il calendario dettagliato è disponibile sul sito www.musicacivica.it. 


<< Indietro

Ultimi post

Spiegate a Zahi Hawass che l’Egizio di Torino non è uno scalcagnato museo di provincia

È proprio sicuro il ministro Sangiuliano di cambiare l'attuale brillante gestione affidandosi all’archeologo egiziano che rappresenta...

Gli indesiderati

Sono tornato finalmente al cinema. In un periodo dell'anno che vede i cinema deserti. Certo non è facile in una sala non climatizzata, ma con il...

Torna l'archeologia a Rai Radio3 con Andrea Augenti

Vite tra le rovine. I grandi protagonisti dell’archeologia Questo nuovo ciclo di trasmissioni dedicato all’archeologia porta in primo...

Mandare via Christian Greco crea un danno al Museo Egizio e a Torino

Sangiuliano ha cominciato a far trapelare il nome di Zahi Hawass alla presidenza della Fondazione. Una maniera indiretta per far fuori Greco, magari costretto a...