Blog

The whale

Giornata intensa conclusa con un gran film, forse per certi aspetti il più bello visto finora : The whale di Darren Aronofsky, tratto da un’opera teatrale di Samuel D. Hunter. È in effetti teatro al cinema, tutto girato in una stanza, con attori semplicemente sublimi a cominciare dal protagonista Brendan Fraser nella parte di Charlie, un professore che tiene corsi di scrittura on line ed è un super obeso che continua a rimpinzarsi di porcherie quasi per punirsi e cercare la fine. Non prima di recuperare un qualche rapporto con la figlia adolescente (una bravissima Sadie Sink), che lui ha abbandonato quanto lei aveva 8 anni perché innamorato di un uomo, poi suicida (tragedia che dà avvio all’obesità progressiva). Charlie nonostante la sua condizione, che provoca normalmente rigetto negli altri (fa lezione non mostrandosi a video), ha una visione ottimistica e positiva della vita e delle persone (“nessuno è capace di non avere cuore”). Un film profondo, che invita ad andare oltre le apparenze e a guardare nel profondo delle persone, a essere sinceri (è l’invito che Charlie fa continuamente ai suoi allievi e anche a sua figlia), cogliendo sempre quanto positivo c’è in ognuno. Da non perdere. #mostradelcinemadivenezia #thewhale
<< Indietro

Ultimi post

Killers of the Flower Moon

Visto, giorni fa (e purtroppo non al cinema, dove lo avevo perso) Killers of the Flower Moon, film epico (anche per la durata) di Martin Scorsese, grande...

La società della neve

Visto su Netflix la Società della neve, film drammatico, duro, a tratti sconvolgente, che racconta la nota vicenda del gruppo di ragazzi di una squadra...

L'educazione delle farfalle

Letto L'educazione delle Farfalle di Donato Carrisi, regalatomi da una amica che conosce la mia passione per i Thriller. Non avevo mai letto nulla di Carrisi...

Past Lives

Visto Past Lives. La storia è nota (è molto autobiografica dell'autrice-regista Celine Song), è inutile riassumerla. Una storia di...