Blog

Il Patrimonio sommerso

Bello il documentario "Il patrimonio sommerso" sull'archeologia subacquea in Italia andato in onda stasera su Rai Storia. Si trattava di un canale di nicchia e non era la presentazione di scoperte a Pompei, ma credo che un documentario così meriti di essere proposto a un pubblico più ampio.
Giusta l'attenzione data a due protagonisti come Lamboglia e Tusa. Interessante l'idea di andare in profondità, dai pochi metri di Baia fino alle grandi sfide delle profondità con sommergibili e ROV. Straordinari i filmati d'epoca dell'Artiglio e delle ricerche di Lamboglia, compresi anche alcuni suoi rarissimi interventi.
Visto nell’insieme, il documentario è l’immagine nel bene e nel male della situazione italiana: siti straordinari, scoperte sensazionali ma poco (o niente) scavo vero e proprio. Sono stati presentati inevitabilmente e necessariamente soprattutto recuperi, scoperte occasionali o primi abbozzi di ricerche. Anche in questo senso credo che il documentario sia utile. E se servirà anche solo un po' ad attirare l'attenzione su un settore nel quale l'Italia, che pure ha avuto un primato e che ancora oggi conta ricercatori di alto profilo, è profondamente arretrato rispetto ad altri paesi, sarà un successo. Bravi gli autori Marta Saviane ed Eugenio Farioli Vecchioli e l'amico e collega Luca Peyronel, consulente scientifico; bravi tutti i colleghi che sono intervenuti, molto efficaci le immagini subacquee, sobrio e ben costruito il testo.

<< Indietro

Ultimi post

Cultura e turismo nella bozza del “Recovery Plan” del Governo

Qualche settimana fa avevamo sostenuto con forza l’esigenza di un Cultural Recovery Plan, cioè un piano capace di porre la cultura quale...

La Società Parchi Val di Cornia, un modello che deve continuare a essere tale

Seguo con grande preoccupazione la vicenda della Società Parchi Val di Cornia, che spero vivamente possa trovare una soluzione...

Grazie prof. Martin

Un'altra pessima notizia ciè appena giunta; Una grave perdita per il mondo della ricerca storica e della cultura: è scomparso Jean-Marie Martin....

Finalmente un punto di incontro tra cultura e università

La fine del difficilissimo 2020 ha visto la nascita di uno strumento, atteso da anni, che potrebbe consentire un felice incontro tra due...