Blog

MiBACT e MIUR insieme per migliorare formazione e ricerca, tutela e valorizzazione del patrimonio

Franceschini e Fedeli: tutela del patrimonio al centro dell'azione di GovernoOggi a Roma riunione congiunta Cun e Consiglio Superiore dei Beni Culturali

Si è svolta ieri mattina, 12 luglio, per la prima volta dopo oltre quarant'anni dall'Istituzione del Ministero dei Beni Culturali, alla presenza dei Ministri Valeri Fedeli e Dario Franceschini, la riunione congiunta del Consiglio dei Beni Culturali del Mibact, presieduto dal Prof. Giuliano Volpe, e del Consiglio Universitario Nazionale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, presieduto dalla prof.ssa Carla Barbati.
Tra i temi trattati, l'impegno comune nelle strategie di educazione al Patrimonio culturale; l'elaborazione di progetti congiunti di ricerca, nazionali ed europei;  il ruolo delle biblioteche e dei musei universitari; la situazione dei corsi di laurea in restauro; le questioni legate all'accesso ai dati e alla promozione dello sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica (in particolare nel campo dell'archeologia); il passaggio ad accordi convenzionali pluriennali, alle scuole di specializzazione, master e dottorati; l'elaborazione di progetti di ricerca congiunti: dagli scambi agli stage, alla cooperazione tra le biblioteche e nel campo della promozione della lettura, dall'internazionalizzazione all'innovazione tecnologica e ai risvolti di tali attività in campo occupazionale.
"Questo incontro è un'occasione storica – ha dichiarato il Ministro Dario Franceschini – che segna un salto di qualità nei rapporti tra le due amministrazioni che potranno in modo stabile individuare dei settori di collaborazione permanente, sistematica  e strutturale legati a prospettive strategiche nei propri ambiti di competenza. Si potrà elaborare un modello e partire con una sperimentazione di nuove formule  - ha proseguito il Ministro Franceschini - e dar vita a luoghi di reale cooperazione e di forte integrazione tra formazione, ricerca, tutela e  valorizzazione con i cosiddetti "policlinici del patrimonio culturale" ovvero Centri interdisciplinari del Patrimonio Culturale".
"L'Istituzione di un gruppo di lavoro tra i nostri due consigli  - ha dichiarato la Ministra Valeria Fedeli - darà un ruolo più incisivo e sistematico a quella connessione originaria tra mondo della ricerca e della formazione e mondo della tutela e valorizzazione del patrimonio. La collaborazione tra docenti, ricercatori, tecnici, funzionari, la condivisione di laboratori, biblioteche, strumentazioni, l'integrazione di competenze e di professionalità garantiranno risultati positivi nella ricerca, nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio culturale".
<< Indietro

Ultimi post

Mario Pani e la storia del territorio

Sull’impegno nella ricerca scientifica, nella didattica e nell’organizzazione culturale di Mario Pani è stato già scritto molto da...

Il dolore degli archeologi per la scomparsa di Peppino Roma

L’improvvisa scomparsa di Giuseppe Roma (Peppino per tutti gli amici e colleghi) lascia un segno profondo nella comunità degli archeologi, per i...

Relazione del Presidente prof. Giuliano Volpe in occasione dell’ultima seduta del Consiglio superiore ‘Beni culturali e paesaggistici’, triennio 2015-2018 (11 giugno 2018)

È con una certa emozione che cerco di tracciare, sia pur sinteticamente, un bilancio del lavoro svolto dal Consiglio superiore ‘Beni culturali e...

Quando un liquore racconta la storia

Il terzo giorno a Chengdu prevede la visita ad un museo per certi aspetti insolito, Shuijinfang Museum: un museo dedicato ad una antica fabbrica di grappa,...