Blog

Un altro miracolo a Napoli: santa Luciella dei Librai

Domenica ho avuto la possibilità di visitare la chiesetta di santa Luciella dei Librai. Una delle tante chiese chiuse da decenni nel centro storico di Napoli. Nello specifico, riaperta venerdì scorso dopo 35 anni di chiusura e abbandono. E' stata riaperta grazie alla ostinata perseveranza e al competente impegno dei ragazzi di Respiriamo l'Arte. E' stato un grande piacere e anche una emozione seguire la visita, con un gruppo assai numeroso, fatta da Massimo Faella, che non solo ha descritto il monumento e la sua storia, integrando notizie storiche, storico-artistiche, architettoniche a quelle legate alla devozione popolare ma ha anche raccontato la storia del suo recupero, del lavoro fatto da lui e dagli altri componenti dell'associazione. Ho colto in tutti i presenti l'interesse e anche la partecipazione. Un'altra operazione, insieme a quella della vicina chiesa dei santi Filippo e Giacomo, che dimostra il valore della gestione dal basso del patrimonio culturale, per il recupero di pezzi di patrimonio sconosciuto, degradato e abbandonato, per la creazione di lavoro e di piccola economia, per l'alleanza con la comunità locale. Bravissimi i ragazzi di Respiriamo l'Arte. Dieci, cento, mille esempi di questo tipo servirebbero.
<< Indietro

Ultimi post

Beni culturali, la riforma-pasticcio di Bonisoli

È francamente un pasticcio. È difficile definire altrimenti questa ‘riforma’ chiaramente priva di una visione complessiva, con un...

Uomini, istituzioni, mercati. Studi di storia per Elio Lo Cascio


Oggi alla Sapienza a Roma è stato festeggiato un grande storico, un grande maestro, un caro amico, Elio Lo Cascio, con un libro in suo onore,...

La girandola dei dirigenti ai parchi archeologici in Sicilia

Ho appreso dai giornali la notizia della girandola dei dirigenti ai parchi archeologici dell’Isola, recentemente istituiti, per...

Museo Campano di Capua: merita molto di più!

Sono tornato dopo alcuni anni al Museo Campano di Capua. Museo ex provinciale, passato alla Regione Campania e riassegnato per la gestione alla Provincia. Un...