Blog

Comandante

Ho visto stasera il film Comandante di Edoardo De Angelis (scritto con Sandro Veronesi), con un ottimo, come sempre, Pierfrancesco Favino. Un film, ispirato alla vicenda reale di Salvatore Todaro, che ha al centro la gente di mare e la legge del mare: quella legge eterna che impone di salvare tutti, anche i nemici. È un film che corre il rischio di cadere nella retorica da “italiani brava gente” e anche nel rischio ancor più grave di un certo nazionalismo, oltre ad una visione un po’ deamicisiana dell’integrazione, anche forzata a bordo di un sottomarino, di lingue, modi di pensare, cucine così diverse come sono quelle delle varie regioni italiane. Ma in realtà il rischio di un fraintendimento in senso nazionalistico è superato da un messaggio potente come quello dell’obbligo morale di salvare le vite in mare, prescindendo da tutto. Come dice Todaro: chi non salva un uomo in mare sia maledetto!”. È un film interessante, ben girato anche negli spazi ridotti del sommergibile, capace di rendere il freddo e il grigio delle acque atlantiche, la claustrofobia da sommergibile, la paura che si vive a bordo attraversando un stretto passaggio costellato da mine, e anche quel coraggio spesso necessario per sconfiggere la paura. Un film che oltre ogni apparenza condanna la assurdità e la stupidità della guerra.
<< Indietro

Ultimi post

Giuliano Volpe, prof archeologo candidato a Bari: “Una card per regalare biglietti di musei e concerti ai giovani in cambio del volontariato”

Giuliano Volpe, prof archeologo candidato a Bari: “Una card per regalare biglietti di musei e concerti ai giovani in cambio del...

Buona campagna elettorale a tutti/e

Stasera al Parco 2 Giugno saranno presentate le liste che sostengono la candidatura di Michele Laforgia. Ci sarò anch'io, che come tanti altri candidati...

La mia candidatura con "Laforgia sindaco"; ecco perché

Ho accettato di presentare la mia candidatura per il consiglio comunale di Bari nella lista “Laforgia sindaco”. L’ho fatto perché me...

Una campagna elettorale di idee e progetti, non di chiacchiere e polemiche

Una campagna elettorale, anche se breve, dovrebbe rappresentare un momento di riflessione e di progettazione collettiva del futuro, in questo caso del futuro...