Blog

El gran movimiento

Primo film visto alla mostra del cinema di Venezia: si parte con un film boliviano, El gran movimiento, di Kiro Russo, che ha per protagonista la città di La Paz, posta a oltre 3500 metri dì altitudine, megalopoli piena di contrasti, palazzi moderni, migliaia di auto, funivia, e periferie, mercati tradizionali, baracche, degrado e povertà. Alcuni minatori senza lavoro protestano in una manifestazione dopo sette giorni di marcia e poi girano per la città alla ricerca di lavoretti. Tra questi Elder malato ai polmoni. Altro protagonista è Max un senzatetto, quasi uno sciamano, un mago: uno dei contrasti è anche tra medicina tradizionale e medicina moderna, tra superstizione e modernità. Fantastica la scena del balletto in un vicolo con la base musicale da discoteca. Potente la colonna sonora che fa largo uso dei suoni e dei rumori della città, dei palazzi in costruzione, delle periferie, dei mercati, dei cani randagi: come ha sottolineato il regista il suono rappresenta il 50% del film, che diventa così davvero immersivo. Non conta la storia, ma il contesto urbano, sociale, umano. Bel film, quasi un documentario, in bilico tra forte realismo e tensione quasi mistica, che usa immagini aeree e fa ricordo ampiamente allo zoom per concentrarsi sui dettagli della città, del paesaggio circostante e soprattutto delle persone. Un film originale e potente.
Presente in sala il regista Kiro Russo che ha illustrato il suo lungo progetto su La Paz e il rapporto con i personaggi del film.

<< Indietro

Ultimi post

La saga dei Florio

Ieri sera ho finito leggere il secondo volume della saga dei Florio, oggi sono a Palermo e il destino ha voluto che il mio albergo sia in piazza Ignazio...

Ok alle lauree abilitanti, ma come funziona per le professioni non ordinistiche?

È ormai legge dello Stato la trasformazione in lauree abilitanti per tutte quelle professioni definite da ordini professionali. Si era...

Viaggio nell’Italia virtuosa. Piscina Mirabilis o la Cattedrale dell’acqua

È il primo esperimento di partenariato pubblico privato avviato da un istituto del Ministero della Cultura, il Parco Archeologico dei Campi Flegrei,...

VIETATO FOTOGRAFARE! BBCC FRA TEOCRAZIA E DIRITTO

Fino al 2014 fotografare nei musei era proibito. Solo dal 2017 la libertà di foto è stata estesa ad archivi e biblioteche. Ma, dopo questa prima...