Blog

il dramma interiore di Miss Marx

Miss Marx è un bel film, certamente interessante, da vedere, ma non è un capolavoro (ovviamente a mio parere; ho letto recensioni molto entusiastiche, altre meno). La storia personale di Eleanor detta Tussy, una delle tre figlie di Karl Marx, padre geniale e ingombrante, di cui porta avanti le idee impegnandosi in particolare sui temi dell'infanzia e dell'emancipazione femminile. Vivendo una contraddizione fortissima con la propria vicenda personale di donna innamorata di un uomo futile, spendaccione, traditore incallito; un conflitto tra pubblico e privato che però non emerge nel film con tutta la sua tragica drammaticità, che nemmeno l'inserzione di musica rock e di una danza scatenata riesce a far esplodere. Bravi gli attori, bella la fotografia, eleganti le ambientazioni domestiche e dure quelle nelle fabbriche e nei sobborghi, ma il dramma personale di Tussy nel rapporto prima con il padre poi con il 'marito' (forse meglio accennato solo nel dialogo tratto da Casa di bambola di Ibsen) resta sostanzialmente inespresso.
<< Indietro

Ultimi post

Spiegate a Zahi Hawass che l’Egizio di Torino non è uno scalcagnato museo di provincia

È proprio sicuro il ministro Sangiuliano di cambiare l'attuale brillante gestione affidandosi all’archeologo egiziano che rappresenta...

Gli indesiderati

Sono tornato finalmente al cinema. In un periodo dell'anno che vede i cinema deserti. Certo non è facile in una sala non climatizzata, ma con il...

Torna l'archeologia a Rai Radio3 con Andrea Augenti

Vite tra le rovine. I grandi protagonisti dell’archeologia Questo nuovo ciclo di trasmissioni dedicato all’archeologia porta in primo...

Mandare via Christian Greco crea un danno al Museo Egizio e a Torino

Sangiuliano ha cominciato a far trapelare il nome di Zahi Hawass alla presidenza della Fondazione. Una maniera indiretta per far fuori Greco, magari costretto a...