Blog

The whale

Giornata intensa conclusa con un gran film, forse per certi aspetti il più bello visto finora : The whale di Darren Aronofsky, tratto da un’opera teatrale di Samuel D. Hunter. È in effetti teatro al cinema, tutto girato in una stanza, con attori semplicemente sublimi a cominciare dal protagonista Brendan Fraser nella parte di Charlie, un professore che tiene corsi di scrittura on line ed è un super obeso che continua a rimpinzarsi di porcherie quasi per punirsi e cercare la fine. Non prima di recuperare un qualche rapporto con la figlia adolescente (una bravissima Sadie Sink), che lui ha abbandonato quanto lei aveva 8 anni perché innamorato di un uomo, poi suicida (tragedia che dà avvio all’obesità progressiva). Charlie nonostante la sua condizione, che provoca normalmente rigetto negli altri (fa lezione non mostrandosi a video), ha una visione ottimistica e positiva della vita e delle persone (“nessuno è capace di non avere cuore”). Un film profondo, che invita ad andare oltre le apparenze e a guardare nel profondo delle persone, a essere sinceri (è l’invito che Charlie fa continuamente ai suoi allievi e anche a sua figlia), cogliendo sempre quanto positivo c’è in ognuno. Da non perdere. #mostradelcinemadivenezia #thewhale
<< Indietro

Ultimi post

La stranezza

Visto “La stranezza” di Roberto Andò: film assolutamente delizioso, molto curato in tutti i dettagli, con un’ambientazione perfetta, una meravigliosa...

Colibrì

Visto Il colibrì della Archibugi: confesso che non mi ha affatto convinto. Non ho letto il libro di Veronesi e dubito che a questo punto lo leggerò, ma il...

A tavola con la cultura

“Con la cultura non si mangia”. Si è parecchio abusato di quest’espressione (che un po’ riecheggia l’oraziano Carmina non dant panem), attribuita...

Viaggio a Siponto

Per un giorno, sabato 8 ottobre, l’area archeologica di Siponto si è riempita di vita. La ricostruzione di una serie di attività tipiche di una città...